Carsica

A volte riemergo

Chi sparò al Giro d’Italia? Una storia rosa e nera

Lascia un commento

header_2
Il racconto che potete scaricare in vari formati da questa pagina è un lavoro di finzione, con personaggi e situazioni inventate che seguono una trama frutto della fantasia di chi l’ha scritto. È però anche la drammatizzazione di fatti storici realmente accaduti poco meno di settanta anni fa, drammatizzazione che illumina i coni d’ombra dei resoconti fin qui disponibili di quei fatti.

Scarica Chi sparò al Giro d’Italia?
[pdf], [epub], [odt]

460703_english_article

Resoconto della tappa Rovigo-Trieste su un giornale inglese dell’epoca

La data di pubblicazione non è casuale: domenica 1 giugno il Giro d’Italia di ciclismo 2014 si conclude infatti a Trieste. La Gazzetta dello Sport, promotrice storica dell’evento, rinnova in questo modo la sua tradizione di quotidiano sportivo che, a suo modo, interpreta l’identità nazionale del paese. Il 2014 segna infatti anche il sessantesimo anniversario di quello che viene comunemente definito “ritorno” di Trieste all’Italia.
La Gazzetta non è nuova a questo tipo di operazione decisamente politica. E in generale l’Italia ha una lunga tradizione di uso politico degli eventi sportivi. Basti pensare al ruolo che ebbe, ad esempio, la vittoria al mondiale di calcio del 1982, assurta a simbolo della riconquistata “unità nazionale” dopo la lunga stagione dei cosiddetti “anni di piombo”. O, per restare sul versante ciclistico, e più indietro nel tempo, la vittoria di Gino Bartali al Tour de France del 1948, il cui peso emotivo ebbe un ruolo non secondario nell’allentare il rischio che il paese precipitasse in una guerra civile, in seguito al fallito attentato contro Palmiro Togliatti.
Ma è proprio a Trieste che, nel 1946, il più importante quotidiano sportivo italiano giocò un ruolo determinante, e mai del tutto riconosciuto, nell’orientare gli umori e le scelte politiche nel turbolento contesto internazionale del dopoguerra. La decisione di far giungere qui una tappa del primo Giro del dopoguerra – quello che simbolicamente univa un paese dilaniato dal conflitto, il “giro della Rinascita” che attraversava le città in macerie – scatenò polemiche e disordini: la città giuliana infatti era all’epoca sottoposta all’amministrazione provvisoria anglo-americana, sotto l’egida delle Nazioni Unite, perché contesa tra l’Italia e la neonata Iugoslavia di Tito.

Luigi Corsi, capo servizio strada durante il Giro d'Italia del 1946, è il terzo da sinistra

Il capo servizio strada del Giro d’Italia 1946, Luigi Corsi, terzo da sinistra, nel racconto assume le fattezze di Nando Mericoni, poi quelle di un mostro mutante.

Chi sparò al Giro d’Italia? ha l’ambizione di prestarsi a diverse modalità di lettura che, almeno nelle intenzioni e nei limiti delle capacità e dell’esperienza di chi scrive, abbracciano il racconto storico, la non-fiction story, il racconto per ragazzi e la spy-story. Soprattutto, questo racconto – e la sua ultima parte in particolare – vorrebbe stimolare in chi legge il desiderio di approfondire la conoscenza del contesto storico, le corrispondenze tra personaggi fittizi e reali, le risonanze tra eventi storici e immagini del presente.
Da questo punto di vista potranno essere utili anche alcuni post pubblicati precedentemente in questo blog, in particolare questo e questo.
Buona lettura!

Scarica Chi sparò al Giro d’Italia?
[pdf], [epub], [odt]

Annunci

Autore: albolivieri (Andrea Olivieri)

Il tizio dell'avatar è mio nonno paterno, Albano, in un'immagine scattata da quello materno, Nino, a metà anni Sessanta. "Albo" il suo nome di battaglia da partigiano. Durante la Seconda guerra mondiale era nel GAP inquadrato nella Brigata Intendenza "Montes", che operò nel Monfalconese. Per saperne di più consiglio di leggere questo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...