Carsica

A volte riemergo


Lascia un commento

Un fatto è un fatto, è un fatto. Un falso è un falso, è un fatto.

foibe

Raccolgo l’invito della Wu Ming Foundation a far circolare ovunque questa ormai celebre foto corredata da una didascalia che la colloca nel suo esatto contesto storico.

I nomi dei cinque civili sloveni fucilati di cui vogliamo che in questo modo venga preservata la memoria sono:

Franc Žnidaršič

Janez Kranjc

Franc Škerbec

Feliks Žnidaršič

Edvard Škerbec

La foto fa parte di una sequenza più ampia che trovate qui.

Qui è possibile consultare un dossier sulle manipolazioni subite negli anni da questa foto

Per fortuna non tutte le voci della stampa mainstream sono Bruno Vespa. Michele Smargiassi, giornalista di Repubblica e studioso di fotografia, ha parlato di questa vicenda in un articolo dal titolo azzeccatissimo.

Infine consiglio vivamente a chiunque la lettura dell’indispensabile post di Lorenzo Filipaz #Foibe o #Esodo? «Frequently Asked Questions» per il #GiornodelRicordo, dalle cui risposte alle domande più comuni sui temi delle foibe e dell’esodo dall’Istria è possibile poi seguire le molte diramazioni che permettono di avvicinarsi a quell’oggetto tanto oscuro quanto contraddittorio chiamato “verità”. A condizione ovviamente di affrontare il verminaio delle manipolazioni di cui questa foto è solo un piccolo esempio.

Ritengo irrinunciabile impegnarsi in gesti di questo tipo che, oltre a un valore simbolico innegabile, hanno soprattutto uno scopo immediato e molto materiale: contrastare l’avanzata della disinformazione e dell’ignoranza di massa che la diffusione di internet, in alcuni casi, sembra paradossalmente alimentare anziché ridurre. Il problema sono le manipolazioni ma anche la nostra stessa pigrizia, quella che ci fa cadere in semplificazioni e madornali errori di valutazione, il modo in cui usiamo i social network o tendiamo a credere che una notizia sia verificata solo perché “lo hanno detto alla televisione”.

Ecco, qui non c’è possibilità di sbagliare, se diffonderemo in ogni modo questa foto e la sua didascalia: l’episodio ritratto *NON* è una strage di italiani, ma una strage di civili compiuta da soldati italiani. E’ un fatto.


Lascia un commento

define: phase / cycle

cycle n., & v.i. 1. n. recurrent period (of events, phenomena, etc.); period of a thing’s completion; (Electr.) = cycle per second, hertz 2. recurring series of operations or states; complete set or series; series of poems, or of songs composed round central event or idea 3. bicycle, tricycle, or similar machine [Middle English from Old French, or from Late Latin from Greek kuklos circle]

phase (-z) n., & v.t. 1. n. stage of change or development; aspect of moon or planet, according to amount of illumination; genetic or seasonal variety of animal’s coloration etc. 2. (Phys.) particular stag in periodically recurring sequence of movements or changes 3. (Chem.) physically distinct form of matter that can be present in a system; ~ rule (relating numbers of phases, constituents, and degrees of freedom). 4. v.t. carry out (programme etc.) in phases or stages; ~ in or out, bring gradually into o out of use. [from French phase & from earlier phasis, from Greek phasis appearance (phan- show, phainomai I appear)]

(The Concise Oxford Dictionary, seventh edition)